Canvas Backdrops

Questi giorni mi sto occupando di dipingere dei fondali con doppio colore, fronte e retro.

Sto scoprendo sempre di più quanto sia difficile creare un fondale. Ci vuole tanta pazienza e tanto tempo. A volte il colore che crei risulta una cosa da bagnato ed un’altra da asciutto.

Il fondale in fine non è mai simmetrico, né omogeneo, ci sono delle parti con sbavature che danno quel tocco di diverso e personalità ed altri dettagli che lo rendono diverso.

In tutta questa ricerca della perfezione del colore però mi accorgo che il fondale dipinto probabilmente non è per tutti.

Il fondale dipinto che mi trovo a creare infatti non è su tessuto leggero, ma viene creato su una tela artistica di una certa pesantezza. Questo ha i suoi pro ed i suoi contro.

I pro sono la pesantezza che permette di non creare pieghe. Ti aiuta a tenere il fondale arrotolato e quindi la conservazione è facile. Non devi ogni volta stirarlo o rimetterlo a posto.

Un altro pro molto utile è che è un dipinto e come tale ha sfumature diverse ed uniche rispetto ad un colore stampato. Questo ti permette di avere dei colori con alcune luci ed altri colori con altre luci. I fondali stampati danno meno dimensione in questo senso e quindi risultano più omogenei.

Un altro pro è che il dipinto è sempre diverso da un altro ed hai un fondale unico nel suo genere. Anche fondali con la stessa riproduzione e metodo di pittura, non saranno mai perfettamente identici. Questo rende il lavoro molto personalizzato e gli dà una personalità tutta sua.

Un altro pro è che è un quadro su tela artistica, fatto a mano, con pigmenti e colori ad acqua, non trattato. Bisogna pensarlo come un pezzo d’arte.

Ci sono dall’altro lato anche dei contro.

Il fondale dipinto è come dicevo un quadro. E come tale, è più delicato. Calpestarlo più volte e tirare sopra oggetti, sedie, piedi, lo potrebbe graffiare. Ha necessità di una cura maggiore rispetto a fondali normali stampati.

Il fatto che sia un dipinto vuol dire che non è perfettamente simmetrico, potrebbe avere pennellate diverse e quindi risultare un lavoro disomogeneo e per alcuni questo può essere un svantaggio.

Non è pensato a tavolino. Una foto di un colore per quanto tu possa cercare di riprodurre dei colori, non verrà mai riprodotto al 100%. Quindi sui fondali richiesti su misura, bisogna fare i conti che la fedeltà dei colori non avviene al 100%.

E’ inoltre più pesante e quindi questo a volte richiede una mano nel montarlo su stativi per non rovinarlo.

Il mantenimento non può avvenire in luoghi con umidità perché si rischia di rovinarlo.

Pertanto bisogna partire dal pensiero principale è unico: il fondale artistico fa per te? O anche meglio “ti senti adatto per un fondale artistico?”

Io sicuramente adoro i fondali artistici. Mi permettono di rendere unici i ritratti in studio, di personalizzare il mio lavoro ed ottenere dei colori e sfumature che non vedo nei fondali stampati.

Condivido delle foto di un fondale doppio realizzato questi giorni…iniziato con un sole centrale e poi reso più ampio…

Cosa ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright 2019, Anila Resuli Fotografo - P.IVA 04141010985 - Privacy Policy
E' vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti di questo sito. Tutti i diritti riservati.

error: Questo contenuto è protetto da copyright!
×